AIOP

NOTE

La paziente alcuni anni prima è stata sottoposta a trattamento implantare nelle aree 14 e 24. L’impianto sul 24 è stato inserito due volte a causa di insuccessi nella fase di integrazione e poi è nuovamente fallito causando un lungo periodo di dolore e disagio alla paziente. L’impianto in zona 14 appare radiograficamente integrato ed è completamente sommerso dalla mucosa gengivale. Viene quindi deciso di non intervenire sull’impianto escludendo ogni forma di condizionamento gengivale con l’elemento intermedio della nuova protesi fissa per evitare rischiose comunicazione tra impianto e cavità orale.

Sono stati previsti i trattamenti endodontici dei soli 12 e 22 perché la distruzione cariosa di tali elementi non avrebbe permesso la realizzazione di monconi protesici con caratteristriche adeguate in termini di ritenzione e resistenza. Tutti gli altri elementi pilastro sono stati mantenuti vitali.

I sondaggi nelle zone mesiali degli elementi 37 e 47 sono stati rivalutati dopo il trattamento ortodontico di riposizionamento di detti elementi. L’assenza di lesioni parodontali in tale fase ha permesso la realizzazione delle protesi inferiori senza la necessità di alcun trattamento chirurgico.